In questa pagina troverete l’archivio degli articoli apparsi in questo sito. L’archiviazione è per argomenti. Attualmente la pagina è in corso di aggiornamento, ma intanto buona lettura!

AMBIENTE

Amianto, nuovi ricorsi alla CEDU

Disastro ambientale: nella vicenda della Prestige, la cauzione di 3 milioni di euro per la liberazione condizionale del responsabile non è in violazione dell’articolo 5 § 3 della Convenzione

22 marzo, giornata mondiale dell’acqua (22 marzo 2009)

Smaltimento dei rifiuti in Campania, la CEDU comunica al Governo il caso Di Sarno e altri c. Italia (2 agosto 2009)

Italia: la Commissione europea ha inviato un ultimo avvertimento riguardo a possibili penalità per le discariche abusive e ha avviato una procedura concernente le acque reflue (5 agosto 2009)

L’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa ha adottato recentemente una raccomandazione per l’elaborazione di un Protocollo addizionale alla Convenzione europea dei diritti dell’Uomo riguardante il diritto ad un ambiente sano (22 gennaio 2010)

Ambiente e accesso a un Tribunale da parte di un’associazione ambientalista: la CEDU condanna il Belgio per non aver accolto un ricorso presentato per l’annullamento di uno strumento urbanistico (13 febbraio 2010)

Diritto fondamentali e inquinamento: il caso Basilicata (22 aprile 2010)

Ambiente – qualità dell’aria: la Commissione europea invia all’Italia un ultimo avvertimento riguardo i livelli di inquinamento da particelle sottili (17 maggio 2010)

La Corte Costituzionale boccia il decreto legge per il ritorno al nucleare (23 giugno 2010)

Nel caso Dées c. Ungheria la CEDU accerta la violazione della Convenzione per immissioni nocive dovute a circolazione stradale intensa (19 novembre 2010)

CORRUZIONE

Corruzione in Italia, soppressione dell’Ufficio del Commissario contro la corruzione

Prima visita del G.R.E.C.O. in Italia

Soppressione dell’Alto Commissariato contro la corruzione: l’Italia fornisce spiegazioni al G.R.E.C.O.

Il Gruppo di Stati contro la corruzione del Consiglio d’Europa chiede all’Italia di migliorare la trasparenza del finanziamento dei partiti politici e di impegnarsi con determinazione a sanzionare la corruzione (11 aprile 2012)

DETENZIONE

Caso Enea c. Italia – Rimessione alla Grande Camera

Settima visita del CPT in Italia

Disastro ambientale: nella vicenda della Prestige, la cauzione di 3 milioni di euro per la liberazione condizionale del responsabile non è in violazione dell’articolo 5 § 3 della Convenzione

L’eccessivo ricorso alla detenzione preventiva è contro i diritti umani (26 agosto 2011)

Rapporto sullo stato dei diritti umani negli istituti penitenziari e nei centri di accoglienza e trattenimento per migranti in Italia (10 aprile 2012)

Nel caso Torreggiani e altri c. Italia, la C.E.D.U. condanna l’Italia per il sovraffollamento carcerario: violato l’articolo 3 della Convenzione (9 gennaio 2013)

L’obbligo di esperimento delle nuove vie di ricorso interne in caso di sovraffollamento carcerario sancito dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nelle decisioni rese nei casi Stella e Rexhepi (29 settembre 2014)

Ergastolo come trattamento inumano, la Corte europea dei diritti dell’uomo condanna la Turchia nel caso Ocalan (13 ottobre 2014)

DIRITTI SOCIALI

Nel caso Torri e Bucciarelli e altri c. Italia la Corte europea dei diritti dell’uomo si pronuncia sulla perdita di benefici contributivi da parte dei lavoratori della AGENSUD (18 aprile 2012)

La Carta sociale europea, un trattato del Consiglio d’Europa che protegge i diritti dell’uomo (26 ottobre 2012)

DIRITTO ALLA VITA

Caso Giuliani, la CEDU ha dichiarato la non violazione dell’articolo 2 della Convenzione

DISCRIMINAZIONE

Discriminazione, la CEDU rinvia in Grande Camera il caso Orsus e altri c. Croazia

Un manuale di diritto europeo in materia di non discriminazione (18 agosto 2011)

DURATA ECCESSIVA DELLA PROCEDURA

Novembre 2008: nove pronunce della CEDU nei confronti dell’Italia, di cui sette per eccessiva durata della procedura

Durata della procedura: nel caso Serino c. Italia la CEDU accerta la violazione dell’articolo 6 § 1 (1° febbraio 2009)

Luci e ombre del disegno di legge approvato dal Consiglio dei Ministri il 6 febbraio 2009: breve commento in tema di equa riparazione e di modifica della legge “Pinto” (9 marzo 2009)

Il comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa adotta una nuova risoluzione interinale riguardante l’eccessiva durata delle procedure giudiziarie in Italia (27 marzo 2009)

Eccessiva durata: nel “caso pilota” Simaldone la CEDU condanna l’Italia per la violazioine dell’art. 6 § 1 della Convenzione e dell’art. 1 del Protocollo n. 1 (31 marzo 2009)

Eccessiva durata della procedura amministrativa: l’obbligatorietà di presentare l’istanza di prelievo nei processi amministrativi all’esame della CEDU nel caso Daddi c. Italia dopo l’entrata in vigore del decreto legge n. 112 del 25 giugno 2008 (14 luglio 2009)

Eccessiva durata della procedura fallimentare: in giugno la CEDU emette sei sentenze nei confronti dell’Italia (14 luglio 2009)

Audizioni alla Commissione Giustizia della Camera in relazione all’esame della proposta di legge C.137, recante misure contro la durata indeterminata dei processi (23 settembre 2010)

I Quaderni del Consiglio Superiore della Magistratura (17 ottobre 2010)

L’eccessivo ritardo nell’esecuzione delle sentenze “Pinto”: domani sarà pubblicata la sentenza per il caso Gaglione e 474 altri c. Italia (20 dicembre 2010)

La CEDU sollecita l’Italia a predisporre nuove misure di carattere generale per rimediare alle disfunzioni del ricorso “Pinto” (22 dicembre 2010)

Decisioni e sentenze della CEDU emesse contro l’Italia nel mese di gennaio 2011 (9 marzo 2011)

La risoluzione del C.S.M. in materia di abbreviazione dei termini di prescrizione segnala rilevanti e significative ricadute sui meccanismi processuali (12 aprile 2011)

La CEDU emette sei sentenze nei confronti dell’Italia, violati gli articoli 6 e 8 della Convenzione e 1 del Protocollo n. 1 (22 agosto 2011)

Mediazione civile, la Corte costituzionale dichiara l’illegittimità costituzionale del decreto legislativo n. 28 del 2010 (25 ottobre 2012)

ESPROPRI

Vicenda Punta Perotti: la CEDU accerta la violazione degli articoli 7 della Convenzione e 1 del Protocollo n. 1. La confisca applicata ai sensi dell’art. 19 della legge 47/1985 è stata considerata arbitraria (22 gennaio 2009)

Esproprio formale: la CEDU condanna l’Italia nel caso Pierotti c. Italia per violazione dell’articolo 1 del Protocollo n. 1 (31 gennaio 2009)

La CEDU emette sei sentenze nei confronti dell’Italia, violati gli articoli 6 e 8 della Convenzione e 1 del Protocollo n. 1 (22 agosto 2011)

ESPULSIONI

Espulsioni verso l’Afghanistan: la CEDU ha accolto la richiesta di applicazione delle misure provvisorie avanzata da undici cittadini Afgani nei confronti della Francia

Reazione del Segretario Generale del Consiglio d’Europa in seguito all’espulsione di un cittadino tunisino da parte delle autorità italiane

Il caso Trabelsi ha un precedente. Nel giugno 2008, l’italia espulse il cittadino tunisino Essid Sami Ben Khemais

Corte di Giustizia, la direttiva sul rimpatrio dei migranti irregolari osta alla normativa nazionale italiana che punisce con la reclusione il cittadino di un Paese terzo in soggiorno irregolare che non si è uniformato ad un ordine di lasciare il territorio italiano

Respingimenti in mare, la CEDU esaminerà il caso Hirsi c. Italia in Grande Camera il 22 giugno 2011

Hirsi c. Italia, il caso è stato esaminato dalla CEDU in Grande Camera

Nel caso Sharifi e altri, la Corte europea dei diritti dell’uomo condanna l’Italia e la Grecia, la prima per le espulsioni collettive indiscriminate nei confronti di migranti afgani, la seconda per aver loro impedito di accedere al procedimento per la richiesta di asilo (22 ottobre 2014)

LIBERTA’ DI ESPRESSIONE 

La Grande Camera della CEDU il 12 ottobre esaminerà il caso Centro Europa 7 S.r.l. e Di Stefano c. Italia (10 ottobre 2011)

MIGRANTI

Il Memorandum del Commissario per i diritti dell’uomo del Consiglio d’Europa sulla politica sull’immigrazione in Italia

Il diritto a contrarre matrimonio per uno straniero e il “Pacchetto Sicurezza”, oggi al Senato

MINORI

Adozione: il caso Todorova c. Italia, la CEDU accerta la violazione dell’articolo 8 della Convenzione (17 gennaio 2009)

Sull’impossibilità dell’esercizio del diritto di visita da parte di un padre nei confronti del figlio minore, la CEDU comunica all’Italia il caso Santilli (1° novembre 2011)

Quando l’adozione mite ed altri accorgimenti avrebbero potuto mantenere il legame tra genitore e figlio. Nel caso Zhou c. Italia la Corte europea accerta la violazione dell’articolo 8 della Convenzione (16 febbraio 2014)

NULLA POENA SINE LEGE

Vicenda Punta Perotti: la CEDU accerta la violazione degli articoli 7 della Convenzione e 1 del Protocollo n. 1. La confisca applicata ai sensi dell’art. 19 della legge 47/1985 è stata considerata arbitraria (22 gennaio 2009)

Scoppola c. Italia, remissione del caso alla Grande Camera

OSSERVATORIO SULLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL’UNIONE EUROPEA

Corte di Giustizia, la direttiva sul rimpatrio dei migranti irregolari osta alla normativa nazionale italiana che punisce con la reclusione il cittadino di un Paese terzo in soggiorno irregolare che non si è uniformato ad un ordine di lasciare il territorio italiano

Accesso alla professione di notaio, la Corte di Giustizia dell’Unione europea ha deciso che il Belgio, la Francia, il Lussemburgo, il Portogallo, l’Austria, la Germania e la Grecia sono venuti meno agli obblighi imposti dall’articolo 49 del Trattato FUE sulla libertà di stabilimento

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea si pronuncia sulla portata dell’articolo 8 del Protocollo sui privilegi e sulle immunità dell’Unione Europea (28 settembre 2011)

La Corte di Giustizia dell’Unione europea, adita con un rinvio pregiudiziale, decide sulla brevettabilità di cellule staminali ricavate da un embrione umano (8 novembre 2011)

La Corte di giustizia dell’Unione europea ha deciso che il diritto dell’Unione vieta ad una normativa nazionale o regionale di predisporre per i cittadini di paesi terzi soggiornanti di lungo periodo un trattamento diverso da quello riservato ai cittadini dell’Unione per la distribuzione di fondi destinati ad un sussidio per l’alloggio: dev’essere garantita la parità di trattamento per garantire ai meno abbienti un’esistenza dignitosa (8 maggio 2012)

OSSERVATORIO CEDU

Analisi del contenzioso dinanzi alla CEDU

Novembre 2008: nove pronunce della CEDU nei confronti dell’Italia, di cui sette per eccessiva durata della procedura

Esecuzione a livello nazionale di una sentenza della CEDU che aveva ritenuto iniquo un processo penale per violazione del diritto al contraddittorio nella fase del giudizio di legittimità

Apertura dell’anno giudiziario 2009 della CEDU: conferenza stampa e pubblicazione del rapporto annuale 2008

Corte costituzionale italiana: la relazione sulla giurisprudenza del 2008

Esecuzione delle sentenze della CEDU: il primo rapporto annuale del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa

La Corte Costituzionale dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 630 del c.p.p. perché non conforme ad una sentenza definitiva della CEDU

Una conferenza del Consiglio d’Europa a Izmir sul futuro della CEDU

Il rapporto annuale 2010 sull’esecuzione delle sentenze della CEDU

Un nuovo sito web dedicato all’adesione dell’UE alla CEDU

La Grande Camera della CEDU il 12 ottobre 2011 esaminerà il caso Centro Europa 7 S.r.l. e Di Stefano c. Italia

La CEDU emette sei sentenze nei confronti dell’Italia, violati gli articoli 6 e 8 della Convenzione e 1 del Protocollo n. 1 (22 agosto 2011)

Pubblicato il Rapporto annuale per il 2011 della CEDU (22 marzo 2012)

Conferenza di alto livello a Brighton sull’avvenire della CEDU (23 marzo 2012)

Esecuzione delle sentenze della Corte di Strasburgo: il Comitato dei Ministri pubblica il suo rapporto annuale (12 aprile 2012)

PRIVACY

Il Consiglio d’Europa partecipa al Forum sulla Governance di internet 2011: aumentare al massimo i diritti e ridurre al minimo le restrizioni nel cyperspazio (29 settembre 2011)

QUALITA’ DI VITTIMA SECONDO LA CONVENZIONE EUROPEA

Vicenda Englaro, la CEDU dichiara inammissibili i ricorsi presentati da associazioni e privati che non avevano alcun titolo per potersi pretendere vittime

ROM

L’Agenzia dei diritti fondamentali della UE pubblica un rapporto sull’Italia

Memorandum del Commissario per i diritti dell’uomo – Comunicato stampa – n° 558 del 2008 – del Consiglio d’Europa

Discriminazione, la CEDU rinvia in Grande Camera il caso Orsus e altri c. Croazia

TERRORISMO

Caso Abu Omar – Dick Marty testimonia a Milano: “Lasciate che la giustizia faccia il suo corso”

Per il Commissario per i diritti umani dieci anni di “guerra mondiale al terrorismo” hanno indebolito i diritti umani – anche in Europa (1° settembre 2011)

TORTURA E TRATTAMENTI INUMANI E DEGRADANTI

L’Italia firma la Convenzione contro la tortura delle Nazioni Unite (25 ottobre 2012)

Nel caso Torreggiani e altri c. Italia, la C.E.D.U. condanna l’Italia per il sovraffollamento carcerario: violato l’articolo 3 della Convenzione (9 gennaio 2013)

Quando l’adozione mite ed altri accorgimenti avrebbero potuto mantenere il legame tra genitore e figlio. Nel caso Zhou c. Italia la Corte europea accerta la violazione dell’articolo 8 della Convenzione (16 febbraio 2014)

Ergastolo come trattamento inumano, la Corte europea dei diritti dell’uomo condanna la Turchia nel caso Ocalan (13 ottobre 2014)

Nel caso Sharifi e altri, la Corte europea dei diritti dell’uomo condanna l’Italia e la Grecia, la prima per le espulsioni collettive indiscriminate nei confronti di migranti afgani, la seconda per aver loro impedito di accedere al procedimento per la richiesta di asilo (22 ottobre 2014)

TRATTA DI ESSERI UMANI

Traffico di esseri umani, la CEDU condanna Cipro e Russia per non aver protetto una cittadina russa. Violati gli articoli 2, 4 e 5 della Convenzione (20 gennaio 2010)

Il Consiglio d’Europa pone l’accento sulla lotta contro la tratta degli esseri umani (22 ottobre 2012)

UDIENZE DAVANTI ALLA CEDU

Hirsi c. Italia, il caso è stato esaminato dalla CEDU in Grande Camera

L’udienza di Grande Camera della CEDU per il caso Centro Europa 7 S.r.l. e Di Stefano c. Italia

VIOLENZA DOMESTICA

Il primo caso di violenza domestica comunicato all’Italia dalla CEDU